news

limpegno-di-progettomondo-in-palestina
News
Palestina
Mag 2023

L’impegno di Progettomondo in Palestina

Nella Striscia di Gaza – su cui in questi giorni si è inevitabilmente riacceso l’interesse mediatico – dopo due anni dal conflitto iniziato nel maggio del 2021 e a quindici anni dalle restrizioni allo spostamento imposte alla popolazione, le condizioni di vita restano fortemente critiche, con gravi limitazioni nell’accesso a cure mediche, educazione e opportunità economiche.
È proprio a partire da qui, da un Paese in cui la politica di quasi totale chiusura dei valichi ha aumentato l’isolamento del territorio rispetto al resto della Palestina e del mondo esterno, che Progettomondo ha ampliato i suoi confini di intervento raggiungendo il Medio Oriente.
Storicamente in America Latina e ormai da oltre vent’anni in Africa, l’Ong da un mese è parte attiva di un progetto con capofila ACS, Associazione di cooperazione e solidarietà di Padova.
L’iniziativa, dal titolo Greening the future, vede sul campo, oltre a Progettomondo, pure Cesvi, Educaid e il partner italiano CISS, ciascuno per il suo ambito di esperienza consolidata.

L’obiettivo è contribuire al potenziamento dei servizi di base nel Governatorato Nord di Gaza, fornendo nuove fonti di acqua potabile, come pozzi e fontanelle, l’operatività del sistema di raccolta rifiuti urbani, con la distribuzione di compostiere e l’accompagnamento alla municipalità, oltre all’accesso ad aree verdi.
La grave carenza energetica e di servizi primari nella Striscia di Gaza trova il suo apice nel problema dell’accesso all’acqua, una delle mancanze più impellenti.
L’acqua distribuita dalla rete idrica pubblica è eccessivamente salata e inquinata, adatta solo a un uso domestico, e quella potabile per bere e cucinare viene ormai distribuita gratuitamente solo negli appositi distributori presenti nei pozzi a gestione pubblica, che necessitano di manutenzioni strutturali, o nei negozi di alimentari in città.
Il progetto prevede inoltre nuovi servizi sanitari di prossimità e un’offerta didattica inclusiva, con il sostegno psicologico post trauma in particolare per donne e bambini.
La condizione psico-sociale generale della comunità risulta drammaticamente peggiorata a seguito delle ostilità del 2014, con un aumento delle tensioni all’interno dei nuclei familiari, del senso di disperazione e di ansia e dei comportamenti violenti, soprattutto da parte dei minori. Il conflitto armato e il danneggiamento e distruzione delle strutture dei servizi di base hanno seriamente compromesso lo svolgimento regolare delle attività scolastiche.

Progettomondo da anni collabora con ACS nella progettazione per la Palestina, condividendo l’esperienza tematica realizzata in contesti simili, in particolare nella gestione rifiuti solidi urbani in Mozambico, negli interventi di rafforzamento delle capacità di resilienza in popolazioni soggette a crisi umanitarie in Burkina Faso e Niger, e nella realizzazione di progetti educativi e di avvio al lavoro per giovani a rischio in Marocco.

In questo caso la nostra Ong partecipa al programma in particolare sul tema della gestione dei rifiuti solidi urbani, già ampiamente sperimentato in Mozambico, dove è tuttora in corso uno specifico progetto per la costruzione di una discarica controllata a Nampula, la progettazione del Centro di Compostaggio di Beira e la realizzazione di una piattaforma per segnalare tramite sms la presenza di discariche limitrofe alle abitazioni.

Nell’area settentrionale della striscia di Gaza, che comprende i governatorati di Gaza e North Gaza, il costante aumento dell’ammontare dei rifiuti non adeguatamente conferiti nella discarica controllata di Al Jarreh Deek, causato dalla limitata capacità di raccolta da parte delle municipalità e le attrezzature obsolete, è alimentato anche dalla crescita demografica.
La diffidenza e lo scollamento sociale impedisce stabilire delle relazioni basate su un efficace meccanismo di advocacy. Parte centrale del programma, altro ambito su cui Progettomondo è esperto, è implementare lo sviluppo di pratiche e strumenti di partecipazione e governance, offrendo spazi di collegamento, dialogo e cogestione tra la popolazione e le autorità pubbliche.

NOTIZIE CORRELATE

News
Honduras
Apr 2024

In Honduras per “prendersi cura del sangue della terra”

“Abbiamo subito persecuzioni, soprusi, intimidazioni da parte di latifondisti collusi con...
News
Haiti
Mar 2024

Haiti, simbolo della crisi geopolitica mondiale

Haiti è il Paese più povero dell’America Latina, il 60% della...
News
Italia
Mar 2024

Il 6 aprile la mobilitazione contro l’hate speech nello sport

In occasione della Giornata Internazionale dello Sport per lo sviluppo e...