news

Home News Giustizia
il-diritto-al-lavoro-di-giovani-incredibili
Giustizia
Bolivia
Dic 2023

Il diritto al lavoro di giovani “Incredibili”

Alex è un ex elettricista che ha perso gli arti a causa di un incidente sul lavoro diversi anni fa. Oggi punta ad aprire un negozio dove vendere pezzi di ricambio per le moto, la sua passione.
Maximo, ragazzo nato con una disabilità intellettiva, vende prodotti artigianali creati da lui stesso lavorando alla sua macchina da cucire.
Cosa unisce Alex e Maximo? Entrambi vogliono avere una seconda possibilità dalla vita, per non abbattersi alle difficoltà e dimostrare di poter portare un contributo in una società – quella boliviana – che li considera prevalentemente come un peso. Ma Alex e Maximo sono uniti anche dal progetto che li sta aiutando a raggiungere i loro sogni.
Entrambi, infatti, sono beneficiari del progetto “INCREDIBILI – INClusione e REsilienza delle persone con disabilità” che da un anno coinvolge Progettomondo nell’intento di promuovere il diritto al lavoro di giovani con disabilità lieve e moderata tra i 15 e i 24 anni, migliorando l’accesso all’apprendimento delle competenze e alle opportunità di sostentamento per i ragazzi e le loro famiglie, per garantire loro una vita dignitosa e indipendente. L’iniziativa, finanziata dall’Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo e realizzata con capofila la Fondazione Don Carlo Gnocchi, si sviluppa nella Regione di Cochabamba, in Bolivia, e più precisamente nei municipi di Cercado, Entre Ríos, Sacaba, Punata e Tacopaya, grazie alla collaborazione di Escuela de Integración – Formación Deportiva – Expresión Artística y Desarrollo Laboral (EIFODEC), Tukuy Pacha – Discapacidad Bolivia, SOLidarietá e COoperazione (SOLCO) e Fundación Justicia Social.

In Bolivia, il diritto al lavoro delle persone con disabilità rappresenta un tema delicato e spesso ignorato, di cui risulta difficile anche reperire i dati. Le persone disabili, infatti, sono poco accettate dalla società, considerate una sciagura dalle famiglie e un peso dallo stato. Per questo motivo, il progetto INCREDIBILI si sviluppa intorno a tre componenti principali, Salute, Educazione e Incidenza politica, per poter osservare la disabilità da diversi ambiti di sviluppo comunitario, considerando l’uguaglianza delle opportunità, l’indipendenza economica e l’inclusione sociale delle persone con disabilità.

Per ragazzi e ragazze sono previste formazioni che permettano loro di acquisire nuove abilità lavorative, ma anche di imparare a gestire un patrimonio finanziario, con l’obiettivo di renderli autosufficienti nella gestione della loro impresa.
Il progetto, nello specifico, prevede la consegna, a 65 famiglie che hanno come membro una disabilità lieve, di un capitale destinato alla creazione di micro-imprese, oltre alla realizzazione di analisi di mercato e di un business plan dedicato. La sensibilizzazione operata a livello istituzionale, invece, mira a favorire l’accesso all’istruzione delle persone con disabilità, anche attraverso la consegna di borse di studio, e ad accompagnare famiglie e insegnanti nella gestione dei ragazzi. Fondamentale è anche il lavoro sulla componente di genere, per permettere alle donne con disabilità, spesso vittime di una doppia discriminazione, di essere inserite in contesti inclusivi e privi di violenza di genere.

Progettomondo concentra le sue azioni prevalentemente nel lavoro con i municipi, le scuole e le organizzazioni locali che si occupano del tema, per analizzare insieme le problematiche riscontrate dalle persone con disabilità, il modo in cui queste vengono affrontate e le possibili risoluzioni. A tal proposito si sta avviando anche una campagna di sensibilizzazione che sottolinei l’importanza della prevenzione, come l’adattamento architettonico e attitudinale delle imprese per essere in grado di accogliere le persone disabili. Inoltre, si lavora perché in ogni municipio ci sia un’unità atta a seguire i problemi delle persone con disabilità, perché vengano predisposti dei fondi dedicati e perché vengano promosse nuove politiche pubbliche.
A novembre 2024 verrà realizzato un forum all’interno del quale verranno presentati i risultati del progetto e verranno istituiti tavoli di lavoro con amministrazioni ed esperti internazionali da vari ambiti.

NOTIZIE CORRELATE

News
Italia
Giu 2024

La sfida tra giovani per scuole più sostenibili

Una sfida all’ultima idea per rendere la propria scuola un luogo...
News
Italia
Mag 2024

Odiare non è … un’arte

“Odiare non è uno sport“, e nemmeno un’arte. Lo chiarisce bene...
Giustizia
Marocco
Mag 2024

Dal Marocco una ricerca su stereotipi e violenze di genere

Nei primissimi mesi del progetto Aicha, è stata effettuata una ricerca...